Vermicelli di riso con verdure croccanti e pollo marinato alla cinese

Per uscire dallo schema degli spaghetti al ragù -che nel frattempo sono diventati il mio piatto prediletto, o quella famosa “carbonara vegetariana” di cui la mia amica Lorenza ormai è diventata maestra, vi propongo questa particolare alternativa. Preferendo sempre e comunque una bellissima spaghettata al ragù … Cmq, se volete stupire le vostre care amiche che arrivano a pranzo in cerca di qualsiasi cosa che sembri anche solo commestibile, questi spaghetti fanno per voi!!! Farete un figurone senza lavorare troppo.
Eccovi la ricetta!

Servirà:

  • 1 carota
  • soia q.b
  • 1 peperone rosso
  • 50 g di anacardi
  • cipolline sott’ aceto
  • insalatina sott’aceto
  • 250 g di vermicelli di riso
  • 1 porro
  • 300 g di petto di pollo

Per la marinatura:

  • 1 cucchiaio di miele d’acacia
  • anice stellato q.b
  • Salsa di soia
  • Un po’ di zenzero tritato

Mettete i spaghetti a bagno in una ciotola con acqua tiepida per 4 minuti o seguite le istruzioni . Tagliate il petto di pollo a striscioline. Prendete gli ingredienti per la marinatura e mescolate finché diventa un composto omogeneo e cremoso. Aggiungete il pollo,il porro e il zenzero per ultimo.  Lasciate riposare per 1 ora in frigorifero. Se volete fate questa marinatura la sera prima, il tutto diventerà ancora più saporito! Togliete il pollo dal frigo e fate rosolare in una padella ben calda. Finché diventa dorato. Tenetelo da parte.


Tagliate le verdure a julienne. Prima fate saltare i peperoni per qualche minuto , dopo la carota per 2 minuti.
Unite tutti gli ingredienti preparati nel wok e aggiungete le cipolline sott’aceto, i vermicelli di soia, gli anacardi tritati grossolanamente , e la salsa di soia, fate saltare velocemente per qualche minuto.

Servite caldo accompagnato dalla Salsa balsamica teriaky qui .
Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Confortatemi con le Mele

Insalata melone e fragole

Lo so,lo so…non è una ricetta,bensì una fuga...
Read More

Lascia un commento