Tempura di gamberoni su crema verde e saor di cipolla di Tropea

Un’altra ricettina che viene dal chef Martino di Stefano.
Con questa ricetta sicuramente stupirete tutti i commensali.
Amo la tempura giapponese, ma non mi piace quando rimani su l’ho stomaco. Ma questa vi garantisco ( quella che ha la rivolta della gastrite )che è molto molto leggera e di una sapore e consistenza unica.
Questi va fritti e mangiati subito!!!
Che ne dite? Suvvia in cucina….
Buona giornata, gente.
5 da 1 voto
Stampa
Preparazione
20 min
Cottura - Riposo
1 h
Tempo totale
1 h 20 min
 
Adatta le portate: 5 persone
Autore: Confortatemi con le Mele
Ingredienti
Per la crema verde
  • 200 g di piselli freschi
  • 80 g di fave fresche
  • 1/2 cucchiaino di anice stelleto in polvere
  • 1 cucchiaino di Wasab
  • sale
  • pepe bianco
Per la tempura di gamberi
  • 500 g di gamberoni
  • 100 g di farina 00
  • 1/2 bottiglietta di acqua frizzante ghiacciata
  • 1 uovo
  • 1 l olio d'arachidi per friggere
Per il Saor di cipolle di Tropea
  • 3 cipolle rosse di Tropea
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • 5 cucchiai d'olio d'oliva
  • sale
  • pepe nero in grani
Preparazione
Crema verde
  1.  Pulite i piselli, mettete in acqua bollente, salata per 4 minuti. Raffreddare con acqua e ghiaccio. Le fave fatte lo stesso procedimento e cuocere per 7 minuti. Unite le fave e i piselli, aggiungere l'olio e.v.o e frullate. Dopo aggiungere anice stellato , wasab, sale e pepe. Frullate finché diventa una crema con la consistenza liscia.

Saor di cipolla di Tropea
  1. Saor di cipolla: Tagliare la cipolla a rondelle, mettere in padella con il vino bianco, aceto di vino bianco, olio, sale, pepe e zucchero. Fatte cuocere con fuoco medio finché diventino cremosa. Se si asciuga troppo aggiungete un bicchierino d'acqua.

Tempura di gamberoni
  1. Tempura : prendete una ciotola , aggiungete acqua con ghiaccio, mettete la farina mescolando con le bacchette giapponese e aggiungete l'uovo. Dovrete ottenere una pastella disomogenea, in cui possono essere presenti piccoli grumi e bolle d'aria. Piegate il gamberoni e tuffate nella pastella. Friggeteli pochi per volta, in abbondante olio caldo (180-190°C), sgocciolatelli non appena saranno dorati e trasferiteli su carta assorbente de cucina perché perdano l'unto in eccesso.

  2. Servite il tempura ben caldo accompagnato con una insalatina mista con finocchio e alghe .

Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tags from the story
, ,
More from Confortatemi con le Mele

Farfalle alla crema di caprino fresco e pancetta affumicata

La pasta, mangio spesso.Ma ogni tanto penso che gli...
Read More

Lascia un commento