Tacchino di Natale, i miei ricordi d’infanzia…

Il Natale a casa mia “era” una cosa seria… ricordo che quando eravamo piccole, la nonna chiamava addirittura un catering per il buffet dell’aperitivo di Natale. Con ogni ben di Dio.

Il tacchino era un punto fermo e non si compravano quelli già pronti. Perché, se non lo sapete, in Brasile gira un brutto business attorno al tacchino durante le festività – sembra quasi che tutti i tacchini del Brasile siano in estinzione – nelle tavole è sempre presente quello già condito con ingredienti di dubbia qualità. Per carità, basterebbe lavarlo bene e marinare con gli ingredienti che preferite ma il sapore “industriale” è difficile da mascherare…

I tacchini a casa mia stavano all’ingrasso, per ben un anno, con mangimi buoni, pascolavano liberi e non avevano la minima idea di cosa fosse una gabbia. Ma la loro sorte arrivava puntuale il 23 di dicembre. Era come se dovessimo andare a caccia, visto che erano ormai selvatici e si avvicinavano solo per mangiare.

Di solito il tacchino in Brasile viene farcito con la tradizionale farofa insaporita con le interiora. Questa volta, però, ho deciso di preparare quello profumato agli agrumi. La farofa questo volta farà da contorno.

 

 

 

Per 12- 15 persone

Per la marinatura:

  • 1 tacchino grande (7  kg il mio)
  • Succo di 2 arance
  • Succo di 1 limone
  • Succo di 4 mandarini
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva

Per il ripieno agli agrumi 

  • 200 g di burro con sale
  • 2 cucchiai di timo fresco tritato
  • 1 limone scorza grattugiata
  • 2 cipolla bianca
  • 1 limone
  • 1 testa d’aglio
  • un bouquet di erbe aromatiche (rosmarino, timo, alloro, salvia)
  • 1 arancia
  • 2 mandarini
  • sale
  • pepe

Friends

  1. Il giorno prima preparate la marinatura del tacchino mescolando tutti gli ingredienti. Copritelo con la pellicola e portatelo in frigorifero per tutta la notte in modo che la carne assorba i profumi.
  2. In una pentola, aggiungete il burro, la scorza e il succo del limone, il timo tritato finemente e mettete da parte.
  3. Togliete il tacchino della marinatura e asciugatelo con la carta assorbente.
  4. Insaporitelo con sale e pepe, all’interno e tra la carne e la pelle sollevandola delicatamente, facendo attenzione a non romperla.
  5. Tagliate la cipolla in quattro, la testa d’aglio a metà, il limone e l’arancia  in quattro spicchi.
  6. Fate un bouquet di aromi aiutandovi con dello spago da cucina: con alloro, rosmarino, timo e salvia.
  7. Farcite il tacchino e legate le gambe con lo spago da cucina.
  8. Cospargete il tacchino con il burro aromatico fuso (v. punto 2). Questo darà al vostro tacchino una pelle super croccante e dorata senza seccare la carne.
  9. Portate a cuocere al forno preriscaldato a  160°C per 2 ore coprendo bene con la carta stagnola.
  10. Trascorse le 2 ore, togliete la carta stagnola e cospargete con il burro aromatizzato ogni 15 minuti. Cuocete scoperto per altre 2 ore con il forno a 180°C.
  11. Trascorse le 2 ore di “imburrata”, togliete il tacchino dal forno e scolate in una ciotola i liquidi rilasciati in cottura. Lasciate affiorare il grasso e toglietelo, conservando solo la parte sgrassata.
  12. Spennellate il liquido di cottura ogni 20 minuti e continuate a cuocer il tacchino per un’altra ora. Munitevi di termometro per la cottura della carne e controllate infilzandolo nel petto. La cottura è perfetta quando all’interno raggiunge i 75 -80°C.
  13. Finita la cottura, togliete il tacchino dal forno e lasciatelo riposare, coperto dalla carta stagnola, per circa 20 minuti.
  14. Servite con la salsa di maracujà, la farofa, riso della festa.

 

 Nota della cuoca

  1. Se volete prepare il tacchino per il vostro pranzo di Natale, vi consiglio di ordinarlo per venerdì sera o sabato mattina, cosi iniziate con la marinatura.
  2. Il tempo di cottura varia in base al peso del tacchino. Va da 2:30 a 5 ore per tacchini molto grandi come il mio.
  3. Se volete farlo farcito, ricordate di non esagerare e di chiudere bene con un ago e filo da cucina.

 

 

 

 

Credits

Per il tacchino

Indirizzo

Bottacin Luigi – Macelleria –  21/B, Viale Bixio Nino- 31100 Treviso (Tv) – Tel : 0422 301 841

Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tags from the story
More from Thaise Bacelar

Rabanada

La “rabanada” è un dolce della tradizione natalizia...
Read More

2 Comments

Lascia un commento