Sul sentiero del pellegrino… – Rist. Rifugio Fuciade –

Il Rifugio Fuciade è uno dei miei ristoranti preferiti nei dintorni di Falcade. Penso che questa sia la quarta volta che io e Nick veniamo a pranzare qui. Ed oggi abbiamo invitato un po’ di amici per assaggiare le delizie che cucinano da queste parti.

Si prenota sempre, anche una settimana di anticipo (sopratutto per cena nei weekend), il ristorante è sempre pieno e con lunghe file fuori. Ci è successo di arrivare senza prenotazione verso mezzogiorno e riuscire a mangiare alle 15. Quindi, ricordate di prenotare e di arrivare puntuali, in montagna non sono graditi i ritardatari.

Siamo venuti il 2 gennaio e purtroppo non c’era una briciola di neve. Però se siete fortunati a trovare il momento giusto questo, quando è tutto coperto di neve, è uno dei posti più romantici dove il mio amore mi abbia portato.

“La storia del rifugio affonda le sue radici nel suo stesso nome. “Fuciade”, dal ladino “Fuciar” (ovvero l’impugnatura di legno della falce), è il luogo dove avviene la falcia dei prati. È in questo magnifico alpeggio a 1982 metri di altitudine, abbracciato dalle pendici del Passo San Pellegrino, che all’inizio degli anni ’60 tre sacerdoti costruirono il Rifugio Fuciade.

Adibito a ristoro alpino il rifugio ha offerto polenta, salsiccia e formaggio fino al 1983. Fu in quest’anno infatti che Sergio Rossi e la moglie Emanuela presero in carico il rifugio da uno dei tre fondatori: lo zio di Sergio Don Giovanni.”

“La cucina del rifugio Fuciade è affidata all’estro e all’esperienza di Martino. Qui il menu possiede una chiara impronta locale che lascia trasparire la ricerca sui prodotti, sulle loro origini gastronomiche e sulle “astuzie” ideate dai montanari per sfruttare il più possibile ciò che è commestibile. Nascono così piatti come i ravioli alle pere selvatiche, i fagot de mont (saporiti tortelli di mirtillo nero e cervo brasato) e la zuppa di patate e porcini, vero e proprio compendio dei sapori di montagna.

Tuttavia la cultura gastronomica di Martino non si esaurisce all’arco dolomitico ma spazia con curiosità tra tutti i prodotti della cucina mediterranea. Dalle spezie all’aceto balsamico, passando per il profumato olio del Garda Martino ama accostare sapori e tradizioni diverse per creare abbinamenti inaspettati e arricchire ingredienti e piatti tipici. La selezione di formaggi di valle, la mostarda di mele, l’orzo, i salumi, il capriolo e il cervo sono alcuni dei prodotti che beneficiano di questo incontro.”

Ecco alcuni dei piatti che potrete trovare nel menu del Rifugio Fuciade in questa stagione. Preparatevi ad avere molto appetito dopo questa lettura! ahaha

 

Se vi piace veramente la cacciagione, questo antipasto con il cervo scottato alla liquirizia fa per voi. Sapori strong che si fondono molto bene tra di loro. La gelatina di sambuco pulisce il palato perfettamente.

Quando vengo in montagna mi abbuffo con i loro affettati misti con speck, lardo, prosciutto e melone, prosciutto cotto alla brace, salumi di cervo, prosciutto di capriolo e una croccante giardiniera con verdure di stagione. Con un’ottima birra artigianale questo è il mio antipasto in montagna.

 

 

I miei spaghetti di patate preferiti in assoluto! Ogni volta che vengo qui li ordino! E, puntuale, sento dal mio amore: “perché non assaggi un’altra cosa?”…  Ma sapete perché? Sono veramente molto molto particolari e non capita spesso di poterli mangiare. Vi consiglio assolutamente di assaggiarli. Ho provato varie volte di fare gli spaghetti di patate a casa, ma con risultati disastrosi. La cottura non si azzecca.  Quindi…questa volta, nessun aiuto da parte mia per potersi evitare il viaggio 🙄 . Spaghetti con cottura al dente, la crema tartufata di trentigrana che avvolge la ruvidità dello spaghetto e, per finire, la morbidezza dei porcini trifolati.

Stinco d’agnello che si scioglie in bocca. La purea di mela regala la acidità perfetta tra un boccone l’altro. Ottimo abbinamento con un bel calice di Teroldego.

 

 

Che ve lo dico a fare? Soltanto questo: appena torno sarà questo il dessert che sceglierò  🙂

Delizioso e fondente tortino di cioccolato, gelato al cioccolato fondente e quenelle di mousse di cioccolato bianco, con qualche frutto di bosco e chips di banana. P-A-U-R-O-S-O!!!

 

foto sito Rifugio Fuciade

 

Indirizzo

Località Fuciada, 38030 Passo San Pellegrino – Soraga (TN)

Tel: +39 0462 574281

info@fuciade.it

 

Credits

  • Fonte storia del Rifugio Fuciade e presentazione della cucina  – www.fuciade.it
Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Thaise Bacelar

Rabanada

La “rabanada” è un dolce della tradizione natalizia...
Read More

Lascia un commento