Seitan home made

Seitan, per me un’anno fa era un grandissimo sconosciuto, non lo avevo mai provato prima, finché in uno dei corsi di Cookiamo ho assaggiato per la prima volta il SEITAN, cucinato dallo chef Mometti. Non era un seitan d’autoproduzione, ma non era per niente male. Dopo questa volta non l’ho più mangiato. Perché mi ero messa in testa che se l’avessi provato un’altra volta, sarebbe stato quello fatto da me.

Ho passato a setaccio tutti i libri vegan con risultati disastrosi, vi giuro. Sono riuscita a perdere ben 2 kg di  manitoba.

Finalmente ho trovato questa ricetta nel blog  Vegolosi.it, molto ben spiegata e con consigli non scritti in alcuno dei libri dove ho cercato.  L’ho modificata laddove si poteva, perché alla fine il seitan sono solo tre ingredienti principale, farina, acqua e pazienza (tanta!!).

Il risultato è stato molto soddisfacente! Dopo un lungo lavoro, ci voleva. Abbiamo preparato già due ricette molto gustosa e ricche di sapori : un couscous croccante con verdure di stagione e seitan allo zenzenzo e il mio amor si è cimentato a fare un gustosissimo kebab con seitan, hummus di ceci neri, yogurt e verdure: SPETTACOLARE.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti per 360 g di Seitan

  • 1 kg di farina MANITOBA
  • 600-650 ml di acqua

Brodo vegetale

  •  100 ml di soyu o salsa di soia
  • carote, sedano, cipolla, peperoni rosso ( le verdure che preferite!)
  • alloro
  • zenzero fresco
  • acqua

 

BRODO VEGETALE

Preparate il brodo per la cottura del seitan.

IMPASTO

In un robot da cucina versate la farina setacciata e piano piano aggiungete l’acqua e impastate con cura.

Lavorate il composto sino ad ottenere un impasto morbido e liscio, che non si attaccherà alle mani. Continuate ad impastare per 10 minuti in modo che l’acqua sia ben assorbita.

RIPOSO

Immergete l’impasto in acqua fredda per 3 ore, ma potete arrivare anche a 8 ore senza nessun problema.

Processed with VSCO with a6 preset

LAVAGGIO 

Il lavaggio forse è l’operazione più lunga.

Lavate l’impasto sotto l’acqua corrente all’interno della terrina, alternando acqua fredda e calda.

Il lavaggio serve ad eliminare l’amido della farina. Quello che rimarrà alla fine sarà solo il glutine. Terminate il lavaggio quando l’acqua risulterà limpida e l’impasto un composto elastico e gommoso.

 

Processed with VSCO with a6 preset

COTTURA

Avvolgete il panetto di glutine in un canovaccio pulito e dategli una forma cilindrica, stringendo bene le estremità, creando una sorta di caramella, chiudendone poi gli estremi con dello spago per alimenti.

In una pentola fate bollire l’acqua che avrete insaporito con le spezie, il shoyo e le verdure

Immergete il panetto avvolto nel canovaccio e cuocete per 1 ora e 30 minuti.

Passato questo tempo estraete il seitan dall’acqua e  lasciatelo raffreddare.

Il seitan è pronto!

IMG_2184

CONSERVAZIONE

Per conservarlo utilizzate l’acqua di cottura che avete filtrato e tenuto da parte.

Potete conservalo un contenitore ermetico in frigorifero per circa 4-5 giorni.

Vegolosi.it – Leggi su: http://www.vegolosi.it/?p=7612

Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Thaise Bacelar

Torta di patate dolci – Le ricette di Ruth Reichl-

E poi, come se le cose non fossero...
Read More

Lascia un commento