Plin al Caprino con Miele e Castagne

Ravioli del plin al caprino con miele e castagne, un abbinamento strepitoso.

I plin, pasta fresca ripiena tipica del Piemonte. Li adoro, ma purtroppo li ho sempre preparati a lavoro e mai a casa..fino ad oggi.

I ravioli o agnolotti del Plin sono una preparazione tradizionale del Piemonte, il cui nome deriva dal pizzico che viene dato alla pasta per racchiudere il ripieno, stretto in una sfoglia sottile. Sono minuscole e deliziose tasche di sfoglia all’uovo ripiene.

I Plin vantano origini antiche, nel 1846 furono citati in una ricetta di un cuoco torinese, Francesco Chapusot.

La tradizionalità del prodotto è attestata anche da moltissime testimonianze locali.

Gli ingredienti di base per preparare la sfoglia sono: farina di grano tipo 00, uova intere e tuorli, un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Per il ripieno tradizionale, invece, possono essere usati: arrosto di vitello e coscia di maiale, uova intere, spinaci, parmigiano, noce moscata, sale e pepe.

 

 

La mia versione è più leggera di quella tradizionale: ho fatto un ripieno di formaggio caprino fresco e timo. Leggera acidità del formaggio e freschezza del timo si abbinano fantasticamente al condimento di burro nocciola e miele e, per finire, alla parte croccante: un finto crumble di castagne.

 

Ravioli del plin al caprino con miele e castagne

Portata Primo Piatto
Cucina Italiana
Preparazione 1 ora
Cottura 5 minuti
Riposo 30 minuti
Tempo totale 1 ora 5 minuti
Servings 6 persone
Author Thaise Bacelar

Ingredients

  • 400 g di farina
  • 320 g di formaggio caprino fresco
  • 180 g di castagne lessate
  • 120 g di miele
  • 90 g di burro
  • 4 uova
  • timo
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe

Instructions

Pasta fresca

  • Impastate la farina con le uova e lavorate il composto fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo. Fatelo riposare in un recipiente coperto con la pellicola per 30 minuti circa.

Ripieno di caprino

  • Nel frattempo lavorate il caprino con quattro cucchiai d'olio, una macinata di pepe e poco timo. Raccoglietelo in una tasca da pasticciere.

Ravioli del plin

  • Stendete la pasta in sfoglie molto sottili: così si chiuderà con la semplice pressione delle dita. Disponetevi sopra il ripieno, in piccole noci, della grandezza di un fagiolo , regolarmente distanziate.
  • Rimboccate delicatamente la sfoglia sopra il ripieno, e fatela aderire con le dita lungo il bordo, sigillandola con cura.
  • Pizzicate la pasta tra le noci di ripieno, premendola con il tipico "plin".
  • Rifilate la pasta con una rotella dentellata, lungo tutta la striscia. Separate i ravioli, sempre utilizzando la rotella dentellata: con un unico gesto taglierete e chiuderete la pasta nella caratteristica forma a taschino.
  • Riponete i ravioli del plin su un vassoio infarinato, mentre procedete a chiudere gli altri. Gli eventuali avanzi di pasta si possono riutilizzare, stendendoli nuovamente.
  • Portate a bollore una capiente casseruola di acqua salata.

Condimento al miele

  • Sciogliete in una padella il burro con il miele e lasciateli leggermente spumeggiare. Intanto, lessate i ravioli per circa 3-4 minuti e scolateli con una schiumarola, depositandoli nella padella.
  • Conditeli delicatamente e versateli subito nei piatti. Completate con le castagne sbriciolate e foglioline di timo.

Se ti piace, condividi con gli amici
  • 5
  •  
  •  
  •  
  • 3
  •  

You May Also Like

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: