Pane con la farina di canapa

Adoro fare il pane in casa. Sentire il profumo caloroso che riempie ogni stanza… ma molte volte non ho tempo per farlo come si deve e quindi, ormai da un paio d’anni, ho acquistato la macchina del pane. La utilizzo tantissimo. Appena fa un po più freddo, lei entra in azione.

Perché non so se lo sapete ma con la macchina del pane potete non solo cucinare direttamente il pane ma anche impastare, fare la marmellata (funzione mai provata) o l’impasto per pizza. Ottima perché la temperatura è sempre controllata e ci sono tre fasi di lievitazione cosi il pane acquista un’ottima digeribilità e morbidezza.

 

fullsizeoutput_a82

“La Farina di semi di Canapa è un alimento perfettamente bilanciato nella composizione dei suoi nutrienti. Le proteine della canapa forniscono uno spettro di amminoacidi funzionale ed un valore nutrizionale superiore a quelli della soia e contribuiscono ad una dieta completa e bilanciata. Gli 8 amminoacidi essenziali sono nutrienti fondamentali per il nostro organismo indispensabili per la sintesi proteica; grazie alla presenza per il 28% di proteine la Farina di semi di Canapa contribuisce all’apporto nell’organismo di tutti gli 8 amminoacidi essenziali, una risorsa totalmente naturale. La farina di semi di Canapa ha tutte le proprietà dei semi di canapa, è dunque un alimento ricco di omega 3 e omega 6, acidi grassi importanti per il nostro organismo per le loro proprietà antiossidanti, che però non vengono sintetizzati nel nostro corpo ed è dunque fondamentale integrare con una corretta alimentazione.”  fonte: toscanapa.com

 

Per 1 pagnotta da 1kg

Ingredienti

  • 400 ml d’acqua
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 e ½ cucchiaino di olio d’oliva
  • 480 g di farina di tipo 0 o di tipo 1
  • 60 g di farina semi-integrale o integrale
  • 60 g di farina di canapa
  • 3 ½ cucchiaini di lievito disidratato
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 ½ cucchiai di zucchero rosso

 

Se avete la macchina del pane, seguite queste istruzioni:

Partite versando l’acqua, il succo di limone e l’olio. Spolverate le farine facendo attenzione, finche non avranno coperto completamente l’acqua. Da un lato, aggiungente il sale e, dell’altro, lo zucchero; nel mezzo del composto di farine, fate uno scavetto facendo attenzione a non far fuoriuscire l’acqua in superficie ed aggiungete il lievito. Accendete la macchina e scegliete impasto: integrale, doratura: media, peso 1Kg.

Se amate il pane con un gusto deciso aumentate la quantità della farina di canapa del 25% rispetto al peso totale della farina. Il pane diventerà marrone scuro e la sua mollica sarà più compatta.

 

Se non avete la macchina del pane, seguite il procedimento della ricetta di toscanapa.com

“Per preparare l’impasto del pane iniziare a sciogliere il lievito di birra in poca acqua tiepida con lo zucchero (lo zucchero serve per aumentare il potere di lievitazione). Intanto, in altro recipiente, mettere le due farine e aggiungere l’acqua con il lievito precedentemente sciolto.

Nella restante acqua sciogliere il sale e l’olio.

Versare a filo il liquido con l’olio nella farina già stemperata e iniziare ad impastare il tutto per almeno 10 minuti, fino a che l’impasto non risulterà liscio e compatto.
Trasferire l’impasto su un piano di lavoro e impastare ancora per 5 minuti. Mettere a lievitare l’impasto per 2 ore in un recipiente infarinato coperto con la pellicola trasparente e al riparo da correnti di aria (ideale è nel forno spento). Quando il vostro impasto avrà raddoppiato il volume impastate nuovamente e date la forma che più preferite al vostro pane (rotonda, a filone, piccoli panini, ecc).
Mettete la forma in una teglia oliata o su carta da forno e fate dei piccoli tagli* sulla parte superiore dell’impasto; lasciate riposare ancora per 30 minuti.
Nel frattempo accendete il forno a 200 gradi e, quando sarà ben caldo, infornate per circa 40 minuti.

Una volta cotto il pane lasciatelo raffreddare prima di tagliare.

I tagli sull’ impasto non sono necessari, ma solitamente vengono fatti per evitare che l’impasto lieviti in alcuni punti “deboli” e venga persa la forma originale, in qualche modo con i tagli si “controlla” l’espansione della forma che abbiamo dato al nostro pane.”

Conservazione

L’impasto crudo può essere conservato in frigo per 1 giorno e lasciato lievitare nuovamente almeno 1 ora prima di infornarlo.

Il pane cotto può essere conservato in un sacchetto di plastica ben chiuso anche fino a 3 giorni.

Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tags from the story
More from Thaise Bacelar

Come fare il caramello salato perfetto

A chi piace il caramello salato alzi le...
Read More

Lascia un commento