Hot Cross Buns alla mela e cannella

Hot Cross Buns alla mela e cannella, i panini speziati dalla caratterista decorazione a croce che si prepararano da tempo immemorabile durante le festività pasquali in Inghilterra.

Gli Hot Cross Buns vantano origini leggendarie: per narrarne la storia si scomodano ora i romani, ora i sassoni, ora qualche monastero medievale, ricercando nell’antichità quel blasone che manca ad una ricetta obiettivamente “povera” come quella di questi panini.

La prima menzione storica, però, non è cosi lusinghiera.

Li troviamo citati per la prima volta in un decreto dell’epoca elisabettiana che tradisce tutta l’antipatia che i protestanti riservavano per quel dolce così gravido di simboli e, quindi, di superstizioni popolari: si tratta di un vero e proprio bando che vieta ai fornai di metterli in vendita, ad eccezione che durante le feste dei Morti, il Venerdì Santo e a Pasqua, pena, in caso di trasgressione, la distribuzione gratuita ai poveri .

E’ dunque probabile che questa sia la data di inizio della tradizione del consumo degli Hot Cross Buns nelle festività pasquali, assieme alla diffusione di ricette domestiche.

Non potendoli più comparare dai fornai, infatti, le massaie britanniche si erano industriate a prepararli in casa, dando vita a centinaia di variazioni sul tema: è anche per questo che gli storici dell’alimentazione, che hanno cercato di recuperare la ricetta originale, alla fine hanno alzato le mani in segno di resa. Ogni famiglia ha praticamente la propria e il resto lo ha fatto il dilagare delle mode di questi ultimi anni, che ha dato il via libera a qualsiasi fantasia gastronomica, dalle versioni al cioccolato fino al fudge.

Restano però intatte le tre grandi simbologie degli Hot Cross: il pane, per la Comunione (e il pane lievitato per la Resurrezione); le spezie, a ricordo di quelle portate da Nicodemo nel sepolcro di Gesù; e, infine, la croce, simbolo della Passione. La croce, in origine, era formata da due strisce di pasta frolla sovrapposte; nel XIX secolo si è passati al composto di farina e acqua, ancora oggi quello maggiormente diffuso.

Ultimamente si vedono anche croci fatte con la glassa oppure con la pasta di zucchero, con una concessione alle mode che, se risponde a gusti estetici, tradisce di molto il gusto del palato. Al quale spetta sempre l’ultima parola; a Pasqua come in tutti gli altri giorni dell’anno.

Ovviamente, non potevo non fare la mia versione con mela e cannella. Confesso che in alcuni panini non ho fatto la croce. Ma devo dire che sono davvero deliziosi tiepidi con una tazza di tè; inizierete o concluderete la giornata con dolcezza.

 

Da sapere prima di iniziare 

  • Gli Hot Cross Buns sono buoni appena sfornati o comunque se consumati in giornata. Possono però essere congelati una volta cotti: poi, riscaldati in forno caldo ma spento, riacquistano la loro fragranza.
  • Le dosi di lievito indicate posso essere diminuite, anche della metà, aumentando i tempi di lievitazione .
  • E’ sempre consigliabile aggiungere la frutta secca solo dopo il raddoppio dell’impasto, dopo averlo sgonfiato. Una volta amalgamata la frutta si formano i pezzi e si lasciano anch’essi riposare fino al raddoppio.

 

Hot cross buns alla mela e cannella
Tempo di Preparazione
30 min
Cottura
20 min
Riposo
4 h
Tempo totale
50 min
 

- Ricetta di Paul Hollywood

Adatta le portate: 12 panini
Autore: Thaise Bacelar
Ingredienti
  • 500 g di farina di forza (io ho usato una 350W) + q.b. per spolverare
  • 10 g di sale
  • 75 g di zucchero
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • 10 g di lievito di birra secco
  • 2 uova medie leggermente sbattute
  • 120 ml di latte intero tiepido
  • 120 ml di acqua fredda
  • 160 g di uvetta
  • 2 arance (scorza grattugiata)
  • 1 mela pink lady
  • 2 cucchiai di cannella in polvere
Per la croce
  • 75 g di farina
  • 80 ml di acqua
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
Per la glassa
  • 75 g di confettura di albicocche
Preparazione
  1. Setacciate la farina in una ciotola e versate il lievito da una parte e il sale e lo zucchero dall'altra. Aggiungete il burro a dadini, le uova, il latte e metà dell'acqua ed iniziate ad impastare dal centro, prendendo via via farina dai lati, fino a inglobare lo zucchero e il sale. Non è detto che serva tutta l'acqua indicata: se l'impasto dovesse risultare troppo asciutto dopo averne inserita metà, aggiungete ancora un po', ma sempre in quantità minime e poco alla volta. L'impasto deve risultare morbido, ma non umido. Incorporate anche la farina rimasta sui lati della ciotola, poi trasferite l'impasto sulla spianatoia e continuate a lavorarlo per una decina di minuti, fino a quando avrà acquistato elasticità. Lasciate lievitare coperto fino al raddoppio (da una a tre ore).

  2. Stendete l'impasto con le dita sul piano di lavoro leggermente infarinato e aggiungete l'uvetta, la cannella, la scorza grattugiata delle arance e la mela sbucciata, tagliata a cubetti. Incorporate tutti gli ingredienti all'impasto, lavorando ancora per qualche minuto, poi dividetelo in 12 pezzi uguali: date loro la forma di un panino rotondo e disponeteli via via in una o due teglie (ricoperte da un foglio di carta forno) ben distanziati l'uno dall'altro.

  3. Fate lievitare i panini coperti per circa un'altra ora, o fino a quando saranno raddoppiati di volume. Nel frattempo, scaldate il forno a 200°C, in modalità statica.

Per la croce
  1. Preparate l'impasto della croce mescolando l'acqua con la farina e lo zucchero. Deve risultare abbastanza morbido, come quella della glassa reale. Tracciate una croce su ogni panino, con l'aiuto di una sac à poche. Infornate per 20 minuti, o fino a quando saranno bruniti.

Per la glassa
  1. Nel frattempo, stemperate la confettura di albicocche in un cucchiaio d'acqua e scaldatela sul fornello o nel microonde fino a quando sarà diventata quasi liquida. Spennellate con questa glassa gli Hot Cross Buns appena usciti dal forno e lasciateli leggermente raffreddare su una grata prima di servirli.

 

  • Fonte della storia dei Hot Cross Buns – A Tavola con la Pasticceria Inglese by Alessandra Gennaro -edizione del Aprile 2016
Se ti piace, condividi con gli amici
  • 19
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

You May Also Like

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: