Filastrocca San Martino

 

“L’estate di San Martino
dura tre giorni e un pochino.
I primi freddi del tardo autunno vengono interrotti nel periodo della festa di San Martino concedendo quindi qualche giornata di tempo sereno e mite.
E’ tradizione penare al generoso gesto che San Martino fece a un poverello al quale in una giornata fredda regalò il suo mantello.
Quel poverello era Gesù e da allora per la festa di San Martino torna sempre il sole.
Il sole sta a rappresentare il tepore che il mantello in una giornata fredda temperò il poverello…”
Intanto vi lascio la ricetta della mamma, divertitevi.
Buona serata , gente e buon San Martino a tutti!

Biscotto:

  • 250g farina
  • 80 g burro
  •  80 g zucchero
  • un uovo intero
  • vanillina

Unite la farina,zucchero,vanillina,sale.Dopo burro già freddo
ma morbido,lavorate un po con le mani ,dopo aggiungete il’uovo e amalgamate
bene,fin che ottenerete una pasta liscia,farina su tavolo e stirate la massa con
il mattarello e fatte la forma che volete. Forno 180 °c finché sono dorati.

Glassa:
  • 150 g zucchero a velo
  •  2/3 cucchiai di acqua tiepida
  • qualche goccia di limone

Per preparare la glassa all’acqua, iniziate ponendo lo zucchero a velo ben setacciato in una ciotola. Portate dell’acqua a ebollizione in un pentolino e aggiungetela allo zucchero  un cucchiaio alla volta , mescolando per fare sciogliere lo zucchero grazie all’acqua calda e qualche goccia di limone . Continuate a mescolare fino a sciogliere completamente lo zucchero ed eliminare eventuali grumi. Se la glassa dovesse risultare troppo liquida aggiungete altro zucchero a velo, un cucchiaio alla volta, viceversa, se dovesse essere troppo compatta aggiungete poche gocce d’acqua. La glassa deve avere una consistenza vischiosa.

Se ti piace, condividi con gli amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Confortatemi con le Mele

Crema di topinambur al te’ verde matcha

Febbraio ci saluta, è stato un mese corto...
Read More

1 Comment

Lascia un commento